Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Week end a Genova per il Salone Nautico

Genova è una città da scoprire, da assaporare poco a poco passeggiando per il centro storico, nei palazzi cinquecenteschi oppure sulla collina di castello, là dove è nata la città e saremo incantati.

Il viaggio attraverso la storia artistica della città inizia proprio dal colle di Castello che sale a Sarzano e scende a lambire il molo: qui sono monasteri e chiese tre-quattrocentesche: San Silvestro, Santa Maria in Passione – chiesa a cielo aperto – di cui sono visibili preziosi stucchi cinquecenteschi, Sant’Agostino, celebre per il chiostro triangolare e la cuspide policroma in maiolica e per ospitare il Museo di Architettura e Scultura Ligure, Santa Maria delle Grazie La Nuova, che poggia le sue fondamenta sulla piazzetta dove forse è nata Genova.

Qui è il nucleo più antico della città, risalente al VI secolo a.C., dove oggi botteghe di artigiani, librerie, botteghe storiche, antiche trattorie e sciamadde dagli inconfondibili profumi vivono una nuova vita.

Castrum era in origine questo luogo, agglomerato proto-urbano, dotato di una cinta muraria a doppia cortina e con torri che si affacciavano sul mare. Un mare solcato da Etruschi, Greci e Fenici che qui transitavano per raggiungere Marsiglia, ma che anche vi si fermavano e vi costruivano ricoveri,quali le costruzioni in legno con le suppelleteli in ceramica qui ritrovate.

Un luogo ricco di storia, con la palazzata degli Embriaci, la famiglia di eroi e di ammiragli che governava Genova nel XI secolo, e con la loro torre che svetta solitaria, con la sua elegante merlatura guelfa, sulla piazzetta di famiglia e sulle case e i carruggi circostanti.

In quest’area, si trova la chiesa di Santa Maria di Castello, bellissimo esempio di architettura romanica del XII secolo. Continuando per strade che hanno un andamento a pettine, direzionate verso l’ansa del porto. Davanti alle chiese di San Giorgio, San Pietro di Banchi e a Soziglia sorgevano i tre mercati della città all’inizio del XII secolo. Attraversando la storia di Genova, tra le architetture di pietra nera di Promontorio e marmo bianco di Carrara, Sottoripa, sotto le arcate medievali, dove si hanno "sensazioni da racconti arabi, come scriveva Paul Valery, "odori concentrati, odori ghiacciati, droghe, formaggi, caffè tostato, delizioso cacao finemente bruciato dalla fragranza amara". E dalla Ripa si risale al nuovo centro cittadino, nato agli inizi del XX secolo con la Piazza De Ferrari, attraverso la riscoperta via San lorenzo sulla quale si affacciano, la cattedrale di San Lorenzo e il Palazzo Ducale, oppure passando per Piazza Bianchi, dove i cambiavalute medievali sperimentavano gli albori del capitalismo.

In piazza San Matteo che, con la chiesa gentilizia e le case dei Doria, rappresenta un caso esemplare di insediamento nobiliare medievale. Risalendo attraverso le vie sempre animate di Soziglia e Luccoli si raggiunge piazza Fontane Marose e da lì via Garibaldi, uno dei più significativi interventi urbanistici e architettonici del cinquecento a livello europeo. Vi si respira ancora il modus vivendi di una classe dominante che ha espresso ricchezza e potere con forme di aristocratica eleganza.

Dedicati un week end per scoprire i tesori nascosti di questa città. 

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra