Home / Offerte Vacanze Stati Uniti / Visitiamo il Chrysler Building di New York

Visitiamo il Chrysler Building di New York

New York  (ecco il sito ufficiale) è ricca di simboli e di icone, ciascuno con una sua storia e  con delle sue  caratteristiche peculiari.

Il Chrysler Building è uno degli emblemi della Grande Mela. Completato nel 1930, è alto 319 metri e si trova nell’east side di Manhattan, precisamente all’incrocio tra la Quarantaduesima strada e Lexington Avenue.
Il Chrysler Building è uno dei grattacieli più famosi di Manhattan e, anche se ad essere aperto ai turisti è solo l’atrio, vale comunque la pena visitarlo.

Realizzato in stile Art Decò, l’edificio ha una guglia in acciaio inox che con le campate a tre archi e le finestre triangolari, nell’idea dell’architetto William Van Allen, doveva riprendere la forma dei radiatori delle auto di quell’epoca.
Il Chrysler Building consta di 77 piani e fu, per un breve periodo, il grattacielo più alto della città, primato che gli fu sottratto dall’Empire State Building.

Tutta la costruzione è, ovviamente, una continua eco delle vetture  Chrysler e al settore automobilistico in genere. Così, gli angoli dell’edificio sono ornati da fregi che riproducono, in misure molto più grandi,  i tappi dei radiatori delle vetture della Chrysler.

Tutta la parte alta del grattacielo è rivestita in acciaio inox ed ha una forma che la rende unica nel suo genere.
Anche l’interno dell’edificio è davvero particolare.
L’atrio fu realizzato come un immenso salone per esporre le automobili e fu decorato in granito, marmo e acciaio cromato.

Molto particolari sono anche i 18  ascensori,  con le porte in legno pregiato e gli intarsi che richiamano la forma stilizzata di un loto. Degno di nota è anche il soffitto decorato da Edwardrumball che rappresenta gli innovativi mezzi di trasporto del XX secolo.


Il Chrysler Building è sicuramente una tappa imperdibile per un viaggio a  New York che si rispetti!

About IntMag

Check Also

The West 2006

  Racconto di Viaggio di Vacanzeinamerica Avevamo provato di tutto nei nostri dieci viaggi negli …

Lascia un commento