Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Viaggiare in interail: tutto quello che c’è da sapere

Prima di viaggiare in InterRail è opportuno sapere come comportarsi e conoscere il funzionamento di questa esperienza a dir poco speciale. In primo luogo, che cos’è l’InterRail?

istock_interrail_01

Si tratta, molto semplicemente, di un pass, cioè di un biglietto ferroviario che permette, a chi lo acquista, di prendere qualsiasi treno in Europa (per un totale di trenta Paesi). Si può fare riferimento, in particolare, all’InterRail Continuous o all’InterRail Flexi. Il primo dura 15, 22 0 30 giorni di seguito, e consente di prendere il treno in qualsiasi giorno all’interno della durata del pass; il secondo, invece, consente di prendere il treno solo in determinati giorni all’interno della durata del pass (per esempio, solo 10 giorni su un totale di 22). La scelta di una o dell’altra opzione dipende dalle proprie esigenze; vale la pena di tenere conto del fatto che, con la soluzione Flexi, i giorni possono essere scelti direttamente da chi viaggia.

Ma come si fa, in concreto, l’InterRail? Nulla di troppo complicato: dopo avere scelto il treno, si sale a bordo e si segna il tragitto sulla custodia del biglietto, specificando il numero del treno e la data in cui il viaggio viene effettuato. Ovviamente, nel caso in cui si usufruisca di un treno che presuppone il pagamento di un extra, il supplemento relativo deve essere acquistato a parte, in biglietteria (per esempio, può essere necessaria la prenotazione di un posto). Chi desidera comprare un biglietto InterRail deve fornire un documento di identità, il cui numero viene segnato direttamente sul biglietto: ciò vuol dire che bisogna avere il documento sempre con sé, in modo che possa essere mostrato ai controllori nel momento in cui dovesse essere richiesto.

Per prenotare i treni, o comunque per avere un’idea degli orari e delle tratte, ci si può affidare al sito di Diebahn, cioè il portale Internet delle ferrovie tedesche, che permette di tenere sotto controllo gli orari di tutto il continente (a parte poche sporadiche eccezioni): se non si conosce il tedesco non c’è nessun problema, perché le pagine sono tradotte anche in italiano. Volendo, si possono impostare delle ricerche avanzate, per esempio escludendo i treni ad alta velocità o tenendo in considerazione unicamente il traffico locale, in maniera tale da avere la certezza di non dover fare i conti con supplementi da pagare. Chiaramente, ricorrendo a treni senza prenotazione i tempi di viaggio sono destinati ad allungarsi a causa dei cambi.

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra