Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Tiziano. L’ultimo atto

Una mostra unica che racconta gli ultimi anni della vita e dell’arte del grande maestro, fino al 6 gennaio 2008 a Belluno. Un gigante di fronte alla morte, ricondotto dopo secoli, nella sua terra d’origine. Il grande Tiziano, il “divin pittore” colto negli ultimi, fondamentali anni della sua vita e della sua folgorante carriera – gli anni della resa dei conti con la vita, gli affetti e il fare artistico – verrà presentato in una mostra senza precedenti, ambiziosa per le ricerche condotte e gli studi che l’accompagnano, che ricondurrà finalmente il maestro nella sua terra: il Cadore.
“Tiziano. L’Ultimo atto” è una delle esposizioni più attese dell’anno, ospitata a Palazzo Crepadona a Belluno e nella sede della Magnifica Comunità di Cadore a Pieve di Cadore, paese natale dell’artista.

La mostra presenterà – con numerose novità interpretative e gli esiti di importanti studi – l’ultima tormentata e favolosa stagione di Tiziano, esponendo in un evento stimolante per il pubblico e la critica, numerose opere che la rappresentano, ma anche dipinti di cronologia precedente e però trattenuti in casa dal Maestro per scelta ed effetto, e là rimasti alla sua morte, oppure necessari a far comprendere il formarsi della sua arte dell’ultimo periodo: quella pittura disgregata fatta di solo colore, quell’“impressionismo magico” che coinvolge e scuote, quell’apparente non finito che è il segno del turbamento e del dubbio esistenziale di un’epoca. Ancora, un gruppo di disegni coerenti con quegli umori e, infine, le incisioni che, frattanto, Tiziano si preoccupava di far imprimere – controllandone l’esecuzione – a testimonianza della sua impareggiabile avventura artistica.

Accanto a circa venti dipinti ritenuti autografi del maestro, tra i quali il famoso Cristo Portacroce e il Ritratto di Paolo III dall’Ermitage di San Pietroburgo, l’Orazione di Cristo nell’Orto dal Museo del Prado di Madrid, l’affascinante Perseo e Andromeda dal Musèe Ingres di Montauban o l’Ecce Homo dal Museo Brukental di Sibiu, si potranno ammirare e confrontare numerose, importanti opere riconducibili alla mano di Tiziano coadiuvato dagli allievi. Basti pensare alla Venere con cagnolino, un amorino e pernice dagli Uffizi e opere, invece, della prestigiosa bottega da lui avviata, laddove nel sistema imprenditoriale di Tiziano, recentemente messo a fuoco, la distinzione tra maestro e bottega, nell’ultimo periodo diviene spesso labile e sfuocata. Eccezionale la sezione dei disegni del “grande vecchio”, con lavori provenienti anche da Parigi, Cambridge, New York, Rennes, straordinari fogli da porre in connessione con dipinti esistenti o opere perdute o ancora concepiti per la produzione incisoria, e ricchissima quella delle stampe sia con esemplari del primo stato e con la firma del maestro, sia realizzate dai contemporanei su opere di Tiziano.

Informazioni turistiche

Piazza Duomo, 2
32100 Belluno
Tel +39 0437 940083
Fax: +39 0437 958716
belluno@infodolomiti.it
www.infodolomiti.it

Indirizzo dell’evento

Palazzo Crepadona
Via Ripa, 3
32100 Belluno
Tiziano. L’ultimo atto

Ingresso
Intero 10,00 euro
Ridotto 7,00
Gruppi 7,00
Scuole 4,00
Gratuito (fino a 6 anni e accompagnatori di disabili)

Il venerdì e il sabato l’apertura è prolungata fino alle 20.00

La mostra è chiusa il 25 dicembre, il 31 dicembre dalle 14.00 e l’1 gennaio dalle 9.00 alle 14.00.

Riduzione per i visitatori delle due mostre
I visitatori che si recheranno sia a Belluno che a Pieve di Cadore potranno, esibendo il biglietto acquistato nella prima sede, acquistare il biglietto ridotto nella seconda sede per un costo totale di 12,00 euro nelle due sedi.

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra