Home / Vacanze Estive / Puglia da sogno: il Gargano ed il Salento

Puglia da sogno: il Gargano ed il Salento

Proteso verso le coste dalmate, circondato per tre lati dall’Adriatico e separato dalla dorsale appenninica dal Tavoliere, il Gargano rappresenta una realtà naturalistica, storica e gastronomica unica. Prenota una Vacanza in Puglia

Lo stesso mare che ha contribuito a isolare il promontorio, infatti, lo ha anche messo in contatto con popolazioni straniere come gli slavi, i greci e i saraceni, i nemici di sempre. Ognuno ha lasciato a questa terra un’eredità che si è fusa con le precedenti, dando così vita a una cultura e a un mondo di tradizioni che sono pugliesi, ma non solo e non così tanto.

L’intera area dal 1991 è tutelata da un parco naturale, che con i suoi 120 mila ettari e 12 ecosistemi differenti è la più estesa in Italia e quella con il maggior grado di biodiversità in Europa. Nel Gargano non ci sono solo quasi 150 chilometri ininterrotti di baie, spiagge e calette, ma anche il bosco impenetrabile della Foresta Umbra, i paesi mistici e medievali di San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo e una lunga serie di testimonianze e siti romani, dauni (gli abitanti della zona nel I millennio a. C.), svevi, normanni… E, così, a tavola non ci sono solo i sapori del mare, con olio e vino da medaglia, ma anche i formaggi e gli insaccati che vengono dalla montagna, la frutta e gli ortaggi di un mondo che è insieme marinaro e contadino.

Bagnato da due mari, lo Jonio e l’Adriatico, sospeso tra Occidente e Oriente, il Salento, in Puglia, è una terra contrastata e saporita, non solo nelle specialità gastronomiche. Le città sono un insieme di contaminazioni, tra lo stile barocco e quello moresco, le coste sono da un lato alte e scoscese, dall’altra lunghe e sabbiose. Il fascino di quest’area geografica, che si butta in mare scandendo la fine dello stivale italiano, risiede proprio in questa doppia anima, imprevedibile e affascinante.

Una vacanza nel Salento, per quanto varia, è comunque all’insegna della semplicità. Bisognerebbe percorrerla senza fretta fino all’estremo confine d’Italia, a Santa Maria di Leuca e ritorno, per godere della bellezza dei luoghi e per immergersi nelle tante culture che qui hanno segnato la storia.

About Il Conte

Check Also

Campeggi italiani con piscine mozzafiato

Con l’avvicinarsi della bella stagione, viene la voglia di staccare la spina dalla routine quotidiana …

Lascia un commento