Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Praga: itinerario da scoprire…

Un itinerario in cinque tappe essenziali per scoprire l’incanto gotico di Praga, città di alchimisti, re, santi e imperatori.

1. PONTE CARLO
Magnifico esempio di architettura gotica, Karluv Most, un tempo palco per le condanne dei traditori, è oggi la più romantica passeggiata sulla Moldova. Vera e propria galleria d’arte all’aria aperta, capolavoro metaforico e letterale di impianto medievale intriso di arcani, miti e leggende. Non ultima, la scelta ad arte da parte di astrologi, del momento più propizio per la sua costruzione: l’imperatore Carlo IV pose la prima simbolica pietra il 9 luglio 1357 alle ore 5 e 31 minuti, ovvero durante la congiunzione del Sole con il pianeta Saturno, considerata il momento più favorevole dell’anno per l’inizio di qualsiasi attività. Oggi a tutti noto come il “ponte di Praga”, con i suoi 16 archi e altrettante statue, e 520 metri di lunghezza e 9,5 di larghezza, appartiene ai più lunghi ponti medievali d’Europa.

2. CASTELLO HRAD – CATTEDRALE DI SAN VITO
Il Castello offre dall’altura di Hradcany un colpo d’occhio sui tetti e le torri della città e fotografa il profilo tagliente della Praga gotica con le guglie gemelle e il campanile della Cattedrale di San Vito, superbo capolavoro del Trecento e simbolo spirituale della nazione. La Cattedrale custodisce la cappella di San Venceslao, il tesoro reale e il mausoleo imperiale per una carrellata di arte e magnificenza, leggende e memorie di re, santi e imperatori. Sempre all’interno del Castello – vera città nella città –  si trova il pittoresco Vicolo d’Oro, oggi passeggiata turistica per lo shopping nelle botteghe. Sorto dopo il 1597, ospitava nelle sue casette incassate sugli archi delle mura settentrionali del castello, gli arcieri della casa reale e gli orefici ma, la leggenda vuole che qui lavorassero gli alchimisti chiamati a corte da Rodolfo II per fabbricare l’oro. Per questo è conosciuta anche come “via degli alchimisti”. Al numero 22 abitò per un certo periodo Franz Kafka, il narratore forse più significativo della Praga ombrosa e inquietante.

3. TORRE DELL’OROLOGIO
Nella Città Vecchia (Stare Mesto), alta 72 metri fu costruita nel 1364. Al primo piano spicca la splendida cappella gotica di Petr Parler. L’orologio astronomico (Orloj) posto sulla torre del Municipio della Città Vecchia, è un po’ il simbolo della Praga esoterica che tanto affascina e seduce l’immaginazione. Icona del passaggio del Tempo, avvolto in misteriose leggende, oggi rappresenta il punto centrale della piazza di Stare Mesto.Vi compaiono figure emblematiche come la Morte, il Turco, l’Avaro, il Vanitoso e i quattro elementi Fuoco, Terra, Aria e Acqua, le statue dei 12 apostoli, i segni zodiacali e 12 scene stagionali che elogiano la vita rurale boema. Poco più a sinistra, si deve fare attenzione alla Casa del Minuto, in origine edificio gotico poi ricostruito in epoca rinascimentale, decorata con graffiti ispirati a temi biblici e allegorie della Virtù e della Grande Opera alchemica.

4. MALA STRANA
La Piccola Città Reale con la piazza centrale Malostranske namesti, nata come piazza del mercato nel XII secolo, è una raccolta preziosa di case e palazzi, ma l’originale impianto urbanistico gotico-rinascimentale non è stato intaccato dal passare del tempo. E’ una zona dove risuona l’eco di Templari e Gesuiti in una struggente alchimia di atmosfere barocche dove domina la chiesa di San Nicola che, svetta tra i tetti della case con la sua cupola verderame.

5. TORRE DEL PONTE
La gotica torre della Città Vecchia, porta d’accesso al Ponte Carlo per chi arriva da Stare Mesto, fu progettata da Petr Parler nel 1380. Sopra l’arco vi sono gli stemmi delle regioni della Boemia che raffigurano, guardando da sinistra a destra, Vencesalo IV, San Vito e Carlo IV. Concepita come un’apoteosi di Carlo V è la monumentale facciata orientale, riccamente decorata a più piani simboleggianti le sfere terrestre, celeste e solare. A questa torre si ispirò l’architetto Matyas Rejsek per la costruzione della “gemella” Torre delle Polveri, costruita dopo il 1475 come porta d’ingresso nella Città Vecchia.

Altri monumenti rappresentativi del gotico boemo a Praga sono la chiesa della Vergine Maria e di San Carlo Magno nella Città Nuova, la chiesa di S. Maria Maggiore sulla piazza Jungmann, la Sinagoga Vecchia-Nuova, la Sinagoga Maisel, il convento di S. Agnese, la Cappella di Betlemme.

Link utili
Ente Turismo Repubblica Ceca
www.czechtourism.com
Città di Praga
www.praha.tourism.cz

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra