Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Paul Gauguin a Roma

Fino al 3 febbraio 2008, la mostra propone circa 150 opere tra oli, disegni, sculture e ceramiche che documentano il percorso umano e artistico del grande Maestro evidenziando il suo sognante vagheggiare un’Età dell’Oro, i richiami alla cultura e alla tradizione, le innovazioni del suo linguaggio pittorico unite ad un esotismo colto ed eclettico.

Un’opportunità unica, a due passi dalla Colonna Traiana, dal Foro, e da altri antichi siti archeologici, per considerare in situ le radici romane dell’opera di Gauguin, il suo debito nei confronti dei miti del passato e del presente primitivo, nella prima monografica mai dedicata a Roma all’artista francese. Capolavori provenienti da importanti musei pubblici e prestigiose collezioni private di tutto il mondo, tra cui spiccano il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo, la National Gallery of Art di Washington e la Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen, ripercorrono l’intero cammino della vita e dell’opera del pittore da cui traspare la costante ricerca di una sorta di mitico Eden, il sogno di un luogo remoto sospeso nel tempo in cui regna una pace perfetta e un’abbondanza felice.

L’ampia antologica vuole proporre una ulteriore meditazione sull’opera dell’artista francese e desidera offrire anche al vasto pubblico la preziosa opportunità di ripercorrere tappa per tappa il cammino artistico di Gauguin. Un’arte tra mito e sogno perché, come sottolinea il curatore, "nessun artista, né prima né dopo, ha così assiduamente raffigurato l’incontro tra un colonizzatore europeo e gli indigeni, né trasformato in modo così radicale tale difficile rapporto in opere altrettanto incantate ed inquietanti. Gauguin, l’artefice di miti e sogni, Gauguin il Simbolista era anche Gauguin il virgiliano ed il classicista, i cui modelli di pensiero sono strettamente legati all’arte ed alle tradizioni letterarie di Roma antica. Allo stesso tempo, Gauguin era una specie di Odisseo incerto e di maniera, che vagava per i mari vivendo una vita d’avventura ma anche di privazioni, agognando il ritorno al protettivo rifugio di amici e famiglia. A differenza di Odisseo, però, lui non fu in grado di resistere al canto delle sirene e morì esule, a seimila miglia da casa". La mostra, quindi, tenta di restituire l’indole artistica di questo genio ripercorrendo la sua produzione, dall’esordio di gusto impressionista, allo sbarco in Bretagna e alla riscoperta del “selvaggio”, fino allo stile esasperato dall’esperienza di Tahiti, dove le opere sembrano evocare la semplicità esistenziale delle popolazioni primitive.

Informazioni turistiche

Azienda Promozione Turistica del Comune di Roma
Via Parigi, 11
00185 Roma
Tel: 06 488991
Fax: 06 4819316
info@aptroma.com

Ingresso

Intero 10,00 euro
Ridotto 7,50 euro

Indirizzo dell’evento

Complesso del Vittoriano

Fori Imperiali
Via San Pietro in Carcere
Roma
Tel: 06 6780664

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra