Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Otranto, la tua vacanza ideale

Una vacanza a Otranto è un’esperienza di versa perche è Otranto è diversa.

Terra di frontiera, la Otranto di oggi è il frutto di un rapporto millenario con culture e razze diverse. Posta com’è nell’estremo orientale d’Italia, Otranto rappresenta un crogiulo di culture, un incontro di popoli, un meltingpot  culturale attivo già da secoli. Qui hanno trovato confronto cattolici ed ortodossi, cristiani e musulmani, popoli dell’europa continentale e del cuore del mediterraneo.

otranto, italy

Un segno tangibile di tutto questo, ma non certo l’unico, è rappresentato dall’imponente Cattedrale dell’Annunziata. Edificata nel 1088 su un preesistente edificio di epoca romana e forse sopra un antico tempio pagano dedicato a Minerva, la chiesa è stata costruita lungo la linea immaginaria che nel medioevo univa Roma con Bisanzio. Ma al di là della pur interessantissima architettura di stile romanico, ciò che desta scalpore e l’interesse di schiere di studiosi è il mosaico pavimentale che copre tutto l’interno dell’edificio.

Qui il monaco Pantaleone, proveniente dal vicino Monastero di San Nicola di Casole detentore di una cultura vastissima a noi in gran parte sconosciuta, all’epoca custodita in un biblioteca la più grande dell’Europa d’allora, incellò un’opera ricca di simbolismi religiosi ma anche laici e addirittura pagani. L’opera che prende il nome di Albero della Vita, è al centro di forti dibattiti tesi alla sua interpretazione da parte di svariati studiosi.

Ma Otranto non è solo la sua Cattedrale è molto altro e molto di più. Poche righe non riescono a riassumerla nemmeno una visita per quanto approfondita può essere sufficiente. Solo il rapporto quotidiano con la città, la sua gente, le tradizioni, i ritmi di vita, la campagna che trasuda storia fin anche ogni singola pietra dei muri a secco, magari svolto lontano dal chiasso agostano ed invece gustato nella quiete autunnale o addirittura invernale che ritempra il corpo ma soprattutto lo spirito.

Una vacanza a Otranto insomma è un’esperienza da fare e vivere, come qualcuno dice, almeno una volta nel corso della vita.

La città negli utlimi anni si è dotata di strutture ricettive di assoluta qualità. Interessanti al riguardo risultano gli hotel di Otranto ed anche i bed and breakfast.

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra