Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Natale last minute: in partenza per le Isole Vergini Britanniche

Le Isole Vergini Britanniche sono oggi un paradiso raggiungibile grazie alle convenienti proposte di viaggio per trascorrere le festività del Natale e di Capodanno in modo originale, esclusivo e rilassante.

Lasciare l’Italia quando impazza il freddo e la frenesia degli ultimi giorni dell’anno, arrivare nel cuore di un arcipelago benedetto dai venti Alisei dove una temperatura piacevole oscilla intorno ai 27°. Potrebbe rimanere solo un sogno, oppure realizzarsi alle Isole Vergini Britanniche.

Cosa può essere più esclusivo che trascorrere le vacanze natalizie nel regno del mare e della vela? La prima tappa di questo viaggi ideale è Tortola, porta d’accesso alle Isole Vergini Britannichee isola che evoca storia di pirati e antichi galeoni. L’isola “delle tortore” è la più grande delle Isole Vergini Britanniche, l’ideale per lasciarsi subito conquistare dai ritmi caraibici.

A pochi minuti di catamarano da Tortola, si arriva nella mitica Virgin Gorda, isola che Colombo battezzò “vergine grassa” proprio per la sua forma curiosa, sottile alle estremità e tondeggiante al centro. L’isola accoglie i viaggiatori con le sue bellezze naturali e la possibilità di vivere un’esperienza unica in una perla dell’hotellerie internazionale. Qui sono due i gioielli da non perdere: The Baths e il Little Dix Bay. The Bath è uno dei siti più straordinari delle Isole Vergini Britanniche: giganteschi massi morenici disseminati lungo la spiaggia, racchiudono un sistema di grotte e piscine naturali di acqua color smeraldo, perfette per l’esplorazione e lo snorkelling.

Il Little Dix Bay, hotel 5 stelle di grande eleganza, conserva il suo stile inconfondibile che lo caratterizza dal 1960, anno in cui fu inaugurato da Laurence Rockefeller. Questo lussuoso albergo, formato da piccoli cottage e ville private, è dolcemente disteso su di un letto di flora esotica incontaminata e dai patii e le verande entra il soffio degli Alisei.
Per coloro che sono sempre alla ricerca di qualcosa di più, vedrà i propri desideri realizzarsi a Necker Island. Isola privata a nord di Virgin Gorda e parte del patrimonio di Richard Branson, è completamente circondata da banchi di corallo, e il suo famoso proprietario ha fatto dell’isola una delle località più esclusive al mondo.

Continuando il giro delle Isole Vergini Britannichesi approda a Peter Island. Incastonata nel mare cristallino delle Isole Vergini Britanniche, quest’isola è un buen retiro dove si respira l’atmosfera caraibica. Spiagge bianche, una dolce brezza marina e il ritmico sciabordio delle onde fanno da cornice ad un resort che combina la discrezione e la tranquillità di un’isola privata in un contesto di lusso.

Il 31 dicembre è diventato un must raggiungere l’isola Jost Van Dyke, famosa per essere uno dei 3 migliori posti la mondo in cui festeggiare la Fine dell’Anno, terza dopo le celebri Times Square a New York e Trafalgar Square a Londra. Per l’ultima notte dell’anno i diportisti si radunano lungo le baie dell’isola per dare il benvenuto ai viaggiatori di tutto il mondo per brindare non con i soliti calici di champagne ma con bicchieri di vero rum caraibico. Per il countdown finale, è tradizione andare sulla spiaggia del Foxy’s Tamarind Bar, simbolo dell’isola grazie al suo eccentrico proprietario e sinonimo di feste indimenticabili al ritmo di musica calypso.

Allora non perdere altro tempo, cerca tra le numerose offerte di viaggio per trascorrere il Natale 2008 e il Capodanno al ritmo del calypso e sapore di rum…

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra