Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Mostra Fotografica a Santa Maria Maggiore

In occasione delle celebrazioni del quarto centenario della morte di San Francesco Caracciolo (originariamente Ascanio Caracciolo), fondatore dell’ordine dei Chierici Regolari Minori, e in concomitanza dell’anno Giubilare Caracciolino, l’Ordine dei Chierici Regolari Minori promuove una mostra fotografica aperta fino al 30 maggio 2008, sul tema del viaggio per ripercorrere i luoghi dove visse e operò il santo. La sede che ospita l’esposizione è il Complesso Monumentale di Santa Maria Maggiore che riapre al pubblico in questa occasione, dopo decenni di chiusura, tranne che per rare eccezioni. L’attuale aspetto della basilica è dovuto all’intervento di restauro operato a partire dal 1975. Nel 1992 è stato ultimato il recupero del notevole pavimento in cotto e maiolica, realizzato a partire dal 1764 dalla fabbrica di Giuseppe Massa.

Il fotografo Luigi Spina ha realizzato un percorso di immagini parallelo al cammino di fede di Ascanio Caracciolo, uomo di nobiltà (“principe”, suggerisce il titolo) che lasciò tutti i suoi averi e la sua posizione sociale per diventare umile servo di Dio, dedito a opere di evangelizzazione e di carità, sulla scia di San Francesco d’Assisi. Le immagini dei luoghi e dei paesaggi che sono stati scenografia naturale della vita del santo, a partire da Villa Santa Maria (Chieti) dove nacque nel 1563, attraverso Napoli e Roma fino ad Agnone (Isernia) dove morì nel 1608, diventano voci di un racconto di vita: città, paesi, chiese, cappelle, conventi, campagne compensano l’umile e modesta rappresentazione iconografica esistente di San Francesco Caracciolo. Spina, grazie a testimonianze e a documenti d’archivio ha potuto seguire passo passo i luoghi di vita di San Francesco Caracciolo. A Napoli, ad esempio, attraversando i quartieri napoletani, si passa dalla potente Compagnia dei Bianchi annessa all’ospedale degli Incurabili, a “Spaccanapoli” con la chiesa di Monteverginella dove sono conservate le spoglie mortali del Santo, il quartiere della Sanità e la chiesa della Misericordiella, fino a giungere al Duomo. A Roma si percorrono i luoghi storici e punti cardini della Fede. Lasciando poi gli spazi urbani il viaggio prosegue fra boschi, valli, campi di grano accarezzati dal vento, luoghi dell’esperienza terrena dove è possibile avvertire la presenza dello Spirito. Il paesaggio rappresenta intimamente gli stati d’animo dell’uomo e allo stesso tempo la forza dello spirito Creatore.

Utilizzando come linguaggio elettivo il Bianco e Nero, Luigi Spina ci conduce in questo viaggio fra storia, arte, paesaggio e Fede. Il percorso della mostra è stato arricchito grazie alla realizzazione di un cortometraggio dal titolo “28 chilometri di fede” di Monica Romano, una rilettura del cammino intrapreso dal santo, durante le sue peregrinazioni, espressa con il linguaggio video.

Informazioni turistiche

EPT Ente provinciale per il turismo
Piazza dei Martiri, 58
80100 Napoli
Tel +39 081 405311
Fax: +39 081 401961
informazionituristiche@eptnapoli.info

Indirizzo dell’evento

Basilica di Santa Maria Maggiore

Piazza Pietrasanta
Napoli
Tel: 081 210849
Fax: 081 19735576
info@santamariamaggiore.org

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra