Home / Offerte Week end / Le Oasi naturalistiche e le Acque Salse del Lodigiano

Le Oasi naturalistiche e le Acque Salse del Lodigiano

Nel territorio del Lodigiano, sono presenti alcune oasi naturalistiche, habitat naturale di molte specie vegetali ed animali tra cui gli aironi, le anitre, le garzaie ed i germani reali che qui vivono tranquillamente e si riproducono. Una deviazione di circa 17 km, da Lodi Vecchio verso nord, porta nel comune di Zelo Buon Persico (m 95, ab. 5012), dove in frazione Villa Pompeiana, all’interno del parco Adda Sud, ha sede il "Parco Ittico Paradiso", un’arca naturalistica di circa 1300 ettari di boschi, canali, stagni e vasche di ripopolamento.

Camminando lungo i corsi d’acqua o attraverso i sette osservatori subacquei si possono ammirare varie specie ittiche, quelle tipiche della pianura padana (tra cui gli ormai rarissimi temoli e storioni) come pure alcune specie esotiche (trote giapponesi e siluri europei). Da qui, percorrendo per ca. 5 km la strada che segue il corso dell’Adda, si arriva a Comazzo (m 98, ab. 1411) e alla bella villa Pertusati-Durazzo, settecentesco complesso costruito su un bastione naturale che domina la valle fluviale e circondato da un bel giardino.

La Riserva Naturale delle Monticchie si estende fra i comuni di Codogno, Pombio e Somaglia. Tra canneti e boscaglie le sorgive mantengono inalterato l’ambiente ospitando oltre cento specie di animali tra cui la donnola e la faina. La riserva è tra le oasi seguite e curate dal WWF, che qui organizza anche visite guidate.

La Tenuta del Boscone sì trova nel comune di Camairago con ingresso da Pizzighettone. Su un’area di 300 ettarì, tra boschi, querce secolari, paludi e canali, campi coltivati e pioppeti vivono una miriade di specie anìmali e vegetali.

Al centro della tenuta si trova la grande aia di Cascina lsola, situata a ridosso del corso dell’Adda. Dalla cascina è possibile raggiungere la riva del fiume: nelle acque vivono tutte le specie ittiche di acqua dolce, in particolare i lucci autoctoni. Nel bosco ripariale, ricco di salici, pioppi e farnie, è possibile scorgere fagiani, conìgli selvatici, starne, scoiattoli e varie specie di uccelli tra cui il colombaccio, il picchio verde, la cinciarella e la ghiandaia.

Altra tipicità che allieterà di sicuro i naturalisti, è la presenza delle acque salse delle Gerette di San Colombano, tradizionalmente utilizzate come bevanda. Qui si possono trovare sorgenti forti, indicate per la loro benefica azione sul fegato nonché per l’azione catartica indicata nei casi di obesità e nelle malattie del ricambio; le sorgenti medie, indicate nelle affezioni croniche di stomaco ed intestino quali la gastrìte; le sorgenti deboli, che forniscono acque particolarmente attive a livello gastrico, digestivo ed intestinale. Le sorgenti sulfuree, infine, diuretiche e depurative.

About Il Conte

Check Also

La migliore offerta per una vacanza in hotel a Siena

La Toscana è fra le regioni italiane piu? note e visitate, meta turistica ideale per chi …

Lascia un commento