Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

L’Alba del cioccolato

Dal 19 ottobre al 18 gennaio la città piemontese ospita una mostra sul cioccolato organizzata dalla Ferrero, che proprio ad Alba ha i suoi stabilimenti. Dalla scoperta del cacao fino alla pubblicità della Nutella, "Il cioccolato. Dai Maya al XX Secolo" ripercorre la storia secolare di uno dei simboli del gusto in cucina.

Una mostra promossa dalla Fondazione Ferrero celebra il cioccolato, passione suprema di tanti golosi. Un appuntamento da non perdere per chi non si accontenta di gustarlo, ma vuole conoscerne la storia “Il cioccolato. Dai Maya al XX secolo” promette di rispondere a tutte le possibili curiosità sul primo indiziato per i peccati di gola. L’incontro si terrà dal 19 ottobre al 18 gennaio ad Alba (Cuneo), sede degli stabilimenti Ferrero.

Riconosciuta come una delle capitali italiane del gusto, la città piemontese vanta, oltre alla Nutella, il tartufo bianco e alcuni tra i migliori vini del mondo.

In palinsesto dal 19 ottobre al 18 gennaio, la mostra, oltre alla maggiore azienda dolciaria italiana, vede tra i promotori la Regione Piemonte. I curatori Andreina D’Agliano e Fabrizio Lanza hanno ricostruito con attenzione filologica il lungo tragitto percorso dal cacao per approdare alla nostra tavola.

E di strada ne ha fatta davvero tanta, nel tempo e nello spazio. Basti pensare che la sua storia affonda le radici nella giungla equatoriale al tempo dei Maya, che dalla pianta del cacao ricavavano il “cacahuati”, la bevanda degli dei.

In un allestimento che rimanda esplicitamente alla giungla, saranno esposti, al palazzo della Fondazione, i reperti precolombiani e le prime testimonianze della presenza del cacao in Europa.

Il successo nel Vecchio Continente della pianta americana, passa per la Spagna. All’inizio sembra fosse usata come bevanda medicinale, poi, una volta dolcificata, l’esplosione come bevanda alla moda, apprezzata perfino dai Papi. Trascorrono dei secoli prima che il cioccolato perda il suo carattere elitario di bevanda dei ricchi per farsi definitivamente popolare e soddisfare il palato dei più.

Al di là di questo excursus sulle origini, la mostra concentra il suo interesse sul periodo che va dal 1800 ai nostri giorni, quello della produzione industriale. A caratterizzare il XIX secolo sono le innovazioni tecniche che ne hanno affinato la produzione, i macchinari e i metodi usati. L’esposizione sul Novecento invece strizza l’occhio ai fenomeni di costume innescati dalla passione per il cioccolato. Ad alimentarne il mito le pubblicità, il marketing, le insegne. I marchi resi celebri dalla creatività di grandi designer come Fortunato Depero, Leonetto Cappiello e Federico Seneca.

Insomma, che sia in praline, in cioccolatini, in tavolette oppure sciolto, il cioccolato ha una storia perché ha fatto la storia. La mostra non fa altro che ripercorrerla.

COSA: mostra "Il cioccolato. Dai Maya al XX Secolo"
QUANDO: dal 19 ottobre al 18 gennaio
DOVE: Fondazione Ferrero, Alba, Cuneo
INFO: info@fondazioneferrero.it

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra