Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

L’Oman è la nuova destinazione

Clima mite, città sicure, shopping di qualità, resort da Mille e una notte, deserto e mare da diving: sono gli Emirati, sempre più apprezzati dai turisti europei per le vacanze d’inverno. Persino Costa Crociere ha dovuto raddoppiare le partenze per Dubai. Ma la meta emergente è il sultanato di Oman, soprattutto la sua minuscola penisola di Musandam. Mare mozzafiato e intatto, turismo ancora agli inizi -si navigava su spartanissimi dhow – ma a gennaio si inaugura il primo resort di lusso a Zighy Bay. Alle spalle montagne spettacolari e di fronte la spiaggia bianca, l’architettura dell’Evason Hideaway & Six Senses Spa ricorda un villaggio di pescatori allungato sulla riva; 82 ville con piscina privata e interni di design, bagni affacciati all’esterno, doccia all’aperto, maggiordomo.

Falesie scoscese puntate sullo Stretto di Hormuz, la penisola di Musandam fa da spartiacque tra il golfo arabico e quello di Oman. A parte le quattro cittadine principali, Khasab, Mad’ha, Daba e Bukha, i luoghi di interesse turistico si contano sulle dita di una mano, ma qui è il mare a fare da protagonista: il Bukha Fort di origine portoghese, resti di insediamenti preislamici nel Wadi Rawdha, rocce graffite in epoca preistorica a Tawi. In compenso, maestose montagne racchiudono un deserto roccioso che si frammenta in fiordi lungo la costa; nelle acque calde si praticano snorkeling e diving sui banchi coralliferi; al largo saltano e si inabissano branchi di delfini. Porticcioli nascosti ospitano i dhow, le tradizionali imbarcazioni arabe a vela quadrata, con le quali si raggiungono le isole vicine; si percorre lo Stretto di Hormuz, crocevia dei traffici nel Golfo dove passa un quinto del petrolio mondiale; ci si spinge fino in Qatar, lungo la Costa dei Pirati dalla quale secoli fa i sultani minacciavano le ricchezze della Compagnia delle Indie Orientali.

Decisamente più turistica la capitale Muscat. Formata dalle tre città gemelle di Old Muscat, Mutrah e Ruwi, sul mare, circondata da colline, con grandi viali alberati modello californiano, moderni quartieri in stile neoarabo, palazzi bianchi, shopping center e negozi occidentali. Linda e pulita: decine di spazzini raccolgono ogni più piccolo pezzo di carta e chi non lava l’auto rischia di essere multato. Antico e moderno, tradizione e rinnovamento vanno di pari passo. Sulla corniche, perfettamente restaurate, resistono le vecchie case dei commercianti portoghesi dai balconi traforati come trine di pizzo. Alle spalle il suq di Mutrah: oro, argento, profumi, tessuti, spezie e l’incenso della regione del Dhofar. Alle soglie di Muscat, sulla spiaggia di Boushar, The Chedi Muscat si affaccia sull’Oceano Indiano. L’esclusivo resort ha 151 camere e suite, due piscine turchesi, un giardino sull’acqua, spiaggia privata, spa con trattamenti balinesi (n. verde 800.82.20.05). Oltre, c’è l’Oman da visitare. Più di mille tra forti, castelli e torri sono a guardia delle coste e delle sabbie di Rub’ al-Khali, il vasto deserto arabico. Il più grande è il forte di Nizwa (1660), l’antica capitale. Più a sud, Wahiba Sands, deserto popolato da tribù di beduini, ha dune alte fino a 200 metri che si gettano nel mare di Sur, cittadina di case bianche intorno al piccolo golfo dominato da torri e minareti.
II viaggio verso l’estremo Sud è impegnativo: 900 chilometri di deserto assoluto. Ma si può volare a Salalah, capitale del Dhofar, paese di mare e leggende della regina di Saba. Il mare è sempre splendido e così pescoso che le acciughe servono da esche e altro pesce azzurro è cibo per capre e dromedari. Una meta anche da long weekend per godersi spiagge bianche e fondali da favola, delfini che si spingono vicino alla riva, aragoste e scogli giganti.

The Chedi, b&b in camera superior Serai, 1660 €. Tre notti a Salalah da Muscat: voli, trasferimenti, mezza pensione all’Hilton Salalah, 700 €. Carréblu (tel. 011.56.20.326). Settimane 8 giorni (6 notti), voli Qatar Airways, trasferimenti privati: b&b in pool villa all’Evason Hideaway da 1685 € a persona; in camera superior Serai a The Chedi, da 2585 €. Alke Viaggi & Luxury Experience (tel. 02.36.53.92.00, 06.54.296).

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra