Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Innsbruck: le terme più grandi d’Europa

Salire su una modernissima funicolare progettata da uno dei più grandi architetti al mondo, visitare un museo che sembra il paese delle meraviglie fatto di cristalli, vedere lo stadio che ospiterà i campionati europei di calcio, sciare a 3000 metri e poi tuffarsi in un’enorme vasca open air con acqua riscaldata a 36 gradi e musica classica di sottofondo. Ormai non si viene più a Innsbruck soltanto per i mercatini di Natale.

Anche se quello sotto il Tettuccio d’Oro, nella piazza medievale creata dagli Asburgo, è tra i più affascinanti di tutto l’arco alpino. Da alcuni anni la capitale del Tirolo ha puntato sul futuro. E da cittadina di montagna al confine tra Austria, Germania e Italia si è trasformata in un centro di respiro internazionale. Ultima tra le grandi opere è la Nordkettenbahn, l’impianto di risalita firmato dall’anglo-irachena Zaha Hadid che in 25 minuti porta dal centro della città a quota 2300 metri. Per realizzarlo, la prima donna vincitrice del Pritzker Prize (il Nobel dell’architettura, nel 2004) ha progettato anche un ponte avveniristico sul fiume Inn, a forma di S, formato da cavi d’acciaio e piloni alti 34 metri. E ha rinnovato le quattro stazioni della funicolare, dei primi decenni del Novecento, senza stravolgerle. Quello che si è inaugurato il 1° dicembre è uno dei progetti più spettacolari del design di montagna, ma non è la prima opera di Zaha Hadid a Innsbruck. Nel 2003 aveva già ultimato il Bergisel, il trampolino per il salto con gli sci dove ogni anno, il 4 gennaio, si tiene un torneo con i maggiori campioni di questa specialità (il record attuale è 136 metri).
Una piattaforma panoramica con bar e ristorante assicura anche ai turisti una vista indimenticabile, dai suoi 47 metri.

Sempre il 1° dicembre a Wattens, 20 km da Innsbruck, si è inaugurato il museo Kristallwelten – I mondi di cristallo – Swarovski, ampliato e rinnovato. Alcuni dei migliori artisti internazionali, tra cui Brian Eno, hanno creato opere di grande effetto con i cristalli. Oltre a sette saloni (le Camere delle meraviglie), il museo ha una caffetteria dal design d’avanguardia, con curiosi giochi tra interno ed esterno, un atelier per bambini e un negozio, il più grande al mondo, della catena Swarovski. Non solo. La facciata del museo è una collina d’erba che ricorda una maschera con occhi di cristalli illuminati e bocca spalancata dalla quale esce un getto d’acqua, detto il Gigante. Ogni anno, simbolicamente, il Gigante ospita un Paese diverso. Da dicembre è la volta dell’India, che sarà presente con locandine stile Bollywood, manifesti pitturati, motivi ornamentali, campane e serpenti di cristalli. Un mondo surreale, che fino al 31 marzo sarà corredato da musiche, balli e party indiani, con tanto di navetta che fa la spola con Innsbruck. Nel centro storico, intanto, è stata rinnovata anche la Swarovski Crystal Gallery, un intero palazzo del XV secolo con ingresso sotto i portici, dove il designer olandese Tord Boontje ha creato un mondo fiabesco tutto di cristalli: un moderno Winter Wonderland.

A Innsbruch nuovo e antico convivono. Accanto ad alberghi di design come l’Hotel The Penz, in centro, con terrazza-lounge in vetro che guarda i campanili neogotici (Adolf Pichler platz 3, tel. 0043.512.57.56.570, doppia b&b da 180 €) o ai ristoranti che seguono i principi del feng shui, tipo il Maquin (Sellergasse 2, menu sui 40 €, tel. 0043.512.56.54.44), ci sono locande del Seicento come la Gasthof Weisses Rössl, nella zona pedonale. Qui la famiglia Plank porta in tavola piatti tipici tirolesi – dai canederli al cervo ai mirtilli – e invita a pernottare al piano superiore (Kiebachgasse 8, tel. 0045.512.58.30.57, doppia b&b da 110 €). In alternativa si può scegliere il Romantik Hotel Schwarzer Adler. Un 4 stelle con camere che s’ispirano all’imperatrice Sissi, o a un tema come il Sogno di Cristallo (in quest’ultima il bagno è tempestato di cristalli come la piccola spa dell’albergo). Ma si può venire anche solo per un pranzo in una delle quattro stube o un drink sulla terrazza panoramica (Kaiserjägerstrasse 2, tel. 0043.512.58.71.09, pacchetto due notti in doppia in mezza pensione, skipass, spa e transfer a 217 € a persona). Chi vuole sentirsi una star per un giorno può persino noleggiare una limousine bianca con autista, una Ford Lincoln Town Car appartenuta a Madonna, per fare shopping o girare la città (110 € all’ora).

Ma l’esperienza esclusiva è al più grande e spettacolare centro termale dell’Austria, l’Aqua Dome: 50.000 metri quadri che sembrano un’astronave scesa sul Tirolo, a Längenfeld, a 50 minuti da Innsbruck (tel. 0043.52.53.64.00).Un bagno nell’acqua ricca di minerali che emerge da 1800 metri di profondità a 36 gradi, nella piscina tutta vetri sulle cime dell’Ötztal, non si dimentica facilmente. Le tre vasche esterne, attorno a una piramide, paiono grandi coppe da champagne dove immergersi tra vapori caldi. All’interno, un percorso stimola tutti i sensi e porta dalle camere dell’albergo alla zona benessere con 7 saune, massaggi e trattamenti. Ritemprati dalle terme, si fa sosta in pasticceria: il Café Mundig in questo periodo sforna Christstollen (una specie di panettone) e Vanillekipferln (biscotti natalizi alle mandorle) che si fanno ricordare (Kiebachgasse 16, tel. 0043.512.58.41. 18). Da Kröll, nella zona pedonale, lo strudel è sempre freschissimo, ma si trova anche pane di ogni tipo oltre a una cioccolata speciale (Hofgasse 6, tel. 0043.512.57.43.47).

Per arrivarci, comodi i voli lowcost da Napoli, Roma e Venezia verso Memmingen, a circa un’ora d’auto dal Tirolo. Da segnalare il pacchetto dell’Ente del Turismo Weekend nella Capitale delle Alpi: due pernottamenti con mezza pensione in hotel a tre stelle, e l’Innsbruck Card per l’ingresso ai musei, l’utilizzo dei mezzi pubblici e degli impianti di risalita. Valido dal 2 dicembre, da 127 € a persona. Info: Innsbruck Tourismus, tel. 0043.512.59. 850.

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra