Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Futurismo: a Roma

S’intitola, semplicemente, «Futurismo» e s’apre proprio quel 20 di febbraio in cui ricorre il centenario della pubblicazione del Manifesto marinettiano.

A Roma, nelle aulentiane Scuderie del Quirinale, fino al 24 maggio, si rievoca la «mamma» di tutte le avanguardie, a partire dal percorso (semi)completo della celebre mostra organizzata nel 1912 dalla Galleria Bernheim-Jeune & C. di Parigi che fu, probabilmente, l’esposizione che diede inizio alla leggenda. Ove i padri del disprezzo per il «chiaro di luna» del sentimentalismo romantico, per la prima volta, erano riuniti tutti assieme. Sotto i fari delle lampade, tra i lampioni delle strade. Tra la gente, tra le macchine. Tra la massa indistinta di macchine e gente. Nell’amplificazione delle geometrie dei movimenti. Libere circolazioni, tafferugli e «bambole elettriche».

C’è chi li tacciò d’anarchismo. E colse nel segno. Perché questi si re-inventarono la forma, rendendola funzionale al dinamismo della rappresentazione. Sfondarono, quasi, la tela cubista; dilatarono lo spazio impressionista; amplificarono quella tridemsionalità che gli altri inseguivano. Il Movimento del movimento. Ma non solo.

Fonte:IlSole24ore.com

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra