Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Fine del mondo: in terra Maya si dorme gratis

Tra le mete turistiche da prendere in considerazione sul sito www.netviaggi.it ci sono quelle del Messico, un Paese che sta avendo in queste settimane un boom di prenotazioni alberghiere.

Il motivo? La fine del mondo predetta dal popolo Maya.

Il 21 dicembre 2012 infatti si interrompono bruscamente le previsioni del futuro di una delle civiltà maggiormente sviluppata: una popolazione che fu sterminata dall’invasione dell’uomo bianco spagnolo nella prima parte del Cinquecento e di cui abbiamo, per fortuna, numerose tracce e rovine che ne hanno disegnato un quadro piuttosto completo.

viaggi messico low cost 

La Riviera Maya messicana è quindi diventata una meta turistica assolutamente da non perdere durante le festività natalizie e, per supportare il turismo, i gestori delle strutture ricettive hanno pensato bene di offrire il soggiorno gratis per la notte del 21 dicembre. E’ necessario quindi non essere particolarmente superstiziosi e di confidare nel fatto che il 22 dicembre il mondo sarà ancora come lo conosciamo oggi! Sono moltissimi gli hotel che hanno aderito all’iniziativa e si trovano sia a Cancun e Tulum, due delle mete più gettonate delle vacanze in Messico, che vicino alle più famose rovine Maya di El Rey e di El Meco.

Ma la febbre da fine del mondo ha colpito anche altri Paesi: in particolare il Guatemala dove c’è il complesso di Tikal, altro luogo di sviluppo della civiltà Maya, il Belize, El Salvador, Honduras e la Francia. Sì, la Francia. Turisti provenienti da ogni parte del mondo si stanno accaparrando gli ultimi posti negli alberghi e nelle pensioni del piccolo paesino di Bugarach, nella Regione Languedoc Roussillon, immerso nei Pirenei, il quale secondo alcune credenze sarà l’unico al mondo a salvarsi dalla fine del mondo grazie all’intervento di fantomatici extraterresti.


E’ chiaro che non c’è nessuna prova scientifica a supporto della tesi della fine del mondo annunciata ma per rilanciare il turismo in questa particolare fase storico-economica si farebbe davvero di tutto!

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra