Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

A Catania Storia, arte e religione per celebrare Sant’Agata

Dal 29 gennaio Catania ospita un evento, in tre sedi diverse, sulla santa patrona della città, fanciulla di nobili origini che subì il martirio dell’amputazione delle mammelle nel 251 per mano del governatore romano Quinziano. Oltre 250 opere tra dipinti, sculture, reperti archeologici, oggetti preziosi, documenti d’a rchivio saranno esposti fino al 4 maggio in un percorso che va da circa la metà del Duecento sino alla seconda metà dell’O ttocento, a testimonianza di quanto, attraverso i secoli, sia sempre stato particolarmente vivo l’interesse nei confronti di Sant’Agata, fonte di ispirazione per molti maestri.

In mostra la Catania romana dove si svolsero i fatti, con le sue statue e i suoi resti archeologici, capolavori trecenteschi e inoltre opere di Caravaggio, Van Dyck, Tiepolo, accompagnati dallo splendore degli ori e degli argenti che nei secoli grandi maestri crearono per onorare la Santa e contemporaneamente costruirne il mito.

Si tratta della prima mostra iconografica sul culto di Sant’Agata, un’occasione per conoscere gli episodi della vita di Agata, il contesto storico e culturale in cui ha vissuto e la devozione che ha sempre accompagnato la sua figura di martire e santa. La mostra anticipa di pochi giorni le celebrazioni della Santa che si tengono ogni anno agli inizi di febbraio a Catania, con una delle processioni tra le più partecipate del mondo cristiano.

PERCORSO ESPOSITIVO
La mostra ha luogo presso tre sedi. La mostra di dipinti e sculture al Museo Diocesano, quella di archeologia nella Chiesa di San Francesco Borgia, mentre quella di oreficeria, argenteria e oggetti sacri insieme a quella di urbanistica e archivistica si terrà nella Chiesa di San Placido. Tappe fondamentali dell’i tinerario di mostra saranno poi le chiese catanesi con i loro tesori di inestimabile valore artistico e religioso: la Cattedrale, Sant’Agata la Vetere, Sant’Agata al Carcere, San Biagio in Sant’Agata alla Fornace, San Gaetano alla Marina, Santa Maria di Gesù, Santo Carcere, San Nicola l’Arena, San Michele ai Minoriti, San Domenico, Santissima Annunziata al Carmine.

Il percorso espositivo del Museo Diocesano, in cui sono presentati circa ottanta dipinti, si apre con un nutrito nucleo di antiche tavole risalenti al XIV e XV secolo raffiguranti Sant’A gata. In mostra sarà presente anche la pala d’altare dell’Oratorio del Rosario di Palermo commissionata ad Antonie Van Dyck durante il suo soggiorno in Italia. Del XVIII secolo è il celebre Martirio di Sant’Agata di Giovan Battista Tiepolo, realizzato per la Basilica di Sant’Antonio a Padova.

Nella sezione archeologica ci sono, invece, materiali legati alla Catania pagana e al cristianesimo dei secoli III e IV con particolare riferimento all’imperatore Traiano Decio e ai documenti delle persecuzioni del 251 d.c. Tra i pezzi di maggior rilievo si potranno ammirare il prezioso Efebo di Selinunte custodito presso il Museo Civico di Castelvetrano e le meravigliose "teste" di Pantelleria risalenti al I sec. d.c, il Ritratto di Giulio Cesare, il Ritratto di una donna della famiglia giulio-claudina e il Ritratto dell’Imperatore Tito.

Nel percorso di mostra viene inoltre presentato un selezionato nucleo di dipinti il cui soggetto è legato a episodi di vita di Sant’Agata e al suo legame con la martire coetanea Santa Lucia, come il celeberrimo Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio del 1608, custodito presso la Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro di Siracusa. Infine calici, fibbie, candelieri, ostensori, parati, pendenti e reliquari vengono esposti nella mostra di argenteria e oreficeria allestita presso la chiesa di San Placido.

Orari: martedì – domenica: 9– 20. Chiuso il lunedì salvo che per le visite guidate. Nei giorni 2, 3, 4 e 5 febbraio, in occasione dei festeggiamenti per la santa, aperto 24 ore.

APPUNTAMENTO: mostra "Agata Santa. Storia, arte, devozione"
DOVE: Catania
QUANDO: dal 29 gennaio al 4 maggio
INFO: 199-307050

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra