Turismo per Caso – Guide Viaggi e Offerte Vacanze

Turismo per Caso - il Blog

Un viaggio di lavoro che diventa Vacanza...
Un Campo Studio che si trasforma in Viaggio...
Una semplice Gita ma con gli occhi del Turista...
Viaggio, Week-End, Agriturismo, Sagra... e Tu?

Cerca Voli LowCost

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

5 idee per la Pasquetta 2016 in Toscana

Anche quest’anno si avvicina la Pasqua, e con essa il Lunedì dell’Angelo, popolarmente conosciuto come Pasquetta. In tutta Italia infatti il giorno di Pasquetta è consacrato alle scampagnate, ai pic-nic e alle gite fuori porta. In questo articolo troverete alcune idee per passare una piacevole e gioiosa Pasquetta 2016 in Toscana.

Il giorno di Pasquetta partirà da Siena il Treno Natura a vapore delle Crete Senesi, un treno a vapore con carrozze completamente originali che conduce tra alcuni dei più bei comuni del senese e condurrà dal capoluogo di regione fino a Buonconvento, un piccolo borgo a pochi passi da Montalcino dove si terrà una Fera dell’Antiquariato. Un’attività in grado di accontentare grandi e piccini, per l’atmosfera suggestiva che il trenino fa vivere e per la possibilità di visitare alcuni musei a prezzo ridotto come quello della Mezzadria Senese o quello d’Arte Sacra della Val d’Arbia.

Pasqua-Toscana

Per gli amanti delle moto invece l’appuntamento imperdibile è Pasquetta a Manetta, una vera e propria gita fuori porta a cavallo delle due ruote. Sotto le moto si snoderà un itinerario di 90 km il quale attraverserà alcuni dei più bei borghi del Aldarno come Montevarchi, Ambra e Bucine. L’iniziativa comprende anche un pranzo organizzato nel circuito di Miravalle.

Nel borgo di Castelfalfi all’interno del Toscana Resort Castelfalfi si terrà come ogni anno una divertentissima caccia alle uova dedicata ai più piccini. I più grandi potranno rilassarsi passeggiando per il borgo, visitando le numerose botteghe alimentari o artigiane, deliziando i propri palati con le prelibatezze del ristorante Il Rosmarino o La Rocca di Castelfalfi.

Adatta a grandi e piccini è invece una gita al Giardino dei Tarocchi che si trova nei pressi di Capalbio. Ideato dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle che si è ispirato dal Parque Guell di Gaudì, il giardino è caratterizzato da coloratissime e surreali statue che rendono questo posto unico e magico. Sono tanti i sentieri in cui perdersi e trovarsi sorpresi dalle grandi statue dai mille colori, realizzate sul posto in ben 11 anni. Qui sono infatti rappresentate le 22 carte dei Tarocchi che costituiscono gli arcani maggiori in statue di circa 12-15 metri ricoperte da specchi, mosaici, vetri pregiati e ceramiche, le quali si armonizzano in maniera spettacolare con la natura del giardino.

Infine Chiusdino è la meta ideale per un pic-nic dal sapore medievale. Qui infatti si trova l’Abbazia di San Galgano, l’unica abazzia italiana senza tetto. L’abbazzia è in perfetto stile gotico e rappresenta l’unico esempio di architettura romanca nel senese, altra particolarità è dovuta dalla mancanza di finestre e rosoni, dalle nicchie che dovrebbero contenerle si vede infatti direttamente il cielo. Sempre a 10 minuti da Chiusdino si trova il mulino delle Pile, che altro non è che il mulino della nota marca dolciaria mulino bianco. Qui si può pranzare al sacco e riposarsi a contattato con la natura, cullati dal rumore dell’acqua.

Puoi seguirci tramite RSS Feed oppure Iscriverti alla Newsletter

Commenti

Lascia un Commento

Sei entrato per lasciare un commento.


© 2007 - 2016 Turismo per Caso - powered by La mia Ombra